Il progetto

 

Realizzare i “propri” vini rossi valorizzando il territorio è l’ambizioso progetto che ha spinto i fratelli Andrea e Dario Pieropan ad iniziare una nuova avventura.
Una sfida che ha richiesto ricerca e selezione per individuare caratteristiche e potenzialità delle varietà colturali tipiche del territorio veronese e per approntare la migliore tecnica di vinificazione.

 

La zona

 

Nel 1999 a Cellore d’Illasi, zona di produzione del Valpolicella e dell’Amarone, la famiglia Pieropan ha acquistato un terreno incolto sul Monte Garzon a 500 m.s.l.m e lo ha trasformato in vigneto. Un importante intervento di rimozione dello strato superficiale e di scasso della roccia sottostante ha evidenziato un suolo dalle grandi potenzialità, particolarmente adatto alla coltivazione delle varietà autoctone di Corvina, Corvinone, Rondinella e Croatina Veronese. Il microclima favorevole, l’altitudine, la perfetta esposizione e sud e la composizione del suolo, si sono rivelate condizioni ottimali per cultivars importanti e per la produzione di vini ricchi, strutturati ed eleganti.

 

Il vigneto

 

Il vigneto è stato realizzato con il sistema di allevamento a “Guyot”, molto fitto, nel quale ogni pianta presenta un numero contenuto di gemme al fine di ottenere un equilibrio produttivo per uve di assoluta qualità. Per salvaguardare l’ecosistema originale della zona, la viticoltura è stata impostata nel totale rispetto della microfauna e della flora del luogo; l’applicazione di tecniche di lotta biologica eliminano inoltre l’uso di pesticidi e diserbanti.

 

La cantina

 

Il progetto, importante e prestigioso, meritava una collocazione autorevole. Per questo la famiglia ha acquistato a Tregnago, vicino alla zona di produzione, un’antica dimora rurale del Settecento, Villa Cipolla Pellegrini. Qui, sotto il brolo della proprietà, è stata costruita la nuova cantina di affinamento per la maturazione dei vini.

© Azienda Vitivinicola Leonildo Pieropan - Tel: 0456190171 - Fax: 0456190040 - Email: info@pieropan.it